Natale

 

Pubblicità

Il Web visto da Antonino

il Web visto da  Antonino

Europa Europa

Il web non e' sesso e perversione, ma amicizia,

amore e unione tra i popoli.

Il Cavaliere Solitario

Facepile

Site-Book votazione

Google+ Followers

Una Top Model al giorno sul tuo sito

Se vuoi sapere chi è o vuoi vederne delle altre clicca

Puoi installare questo widget sia sul tuo sito che sul tuo blog:

NOTE SU QUANTO SEGUE

Tutto quanto leggerete è frutto della mia fantasia e, ogni riferimento a fatti è puramente casuale, ci sono cose mischiate nel tempo

i cui avvenimenti mi hanno ispirato a scrivere quanto sotto leggerete. Riporto qui tutto quanto ho scritto nella pagina del Cavaliere Solitario

di Facebook, anche frasi e parole degli amici, dei giornali, che più mi hanno colpito.

Massima

Massima del Cavaliere Solitario:

L'amore che nasce nel virtuale è come una sottile lastra di vetro che si frantuma a contatto della realtà.

Il Cavaliere Solitario

giovedì 18 ottobre 2012

Amarsi


Amarsi vuol dire anche far soffrire
e questo acuisce la paura di perdere l'altro
e te lo fa amare di più
certo non è una cosa volontaria
altrimenti non sarebbe tale
Amarsi è anche quando si decide
di smettere di amarsi
Molte volte ci si innamora
ma è un amore impossibile
si arriva al punto di amarsi
di amarsi troppo
e alla fine ci si ama talmente
che si dice basta
basta soffrire
basta amarsi così tanto
basta desiderarsi così tanto
A che serve amarsi così tanto
se non puoi dare niente
se non puoi fare niente
se non puoi nemmeno fare una carezza
se non puoi toccare con il palmo della mano il suo viso
E allora è come dire addio a una parte di te stesso
è come dire addio alla tua anima che se ne va
è come dire al tuo cuore di smettere di battere
è come se di improvviso nel cielo sparissero
la luna e le stelle
è come se il sole non splendesse più sulla terra
improvvisamente di nuovo le giornate tutte uguali
A che serve vivere se non ci sei tu
a che serve essere uno schianto come mi dicevi tu
se non puoi vedermi
Mi dici sii felice
la mia vita non è fatta di felicità
ma solo di dolori e sofferenze
e ogni volta che ho solo pensato che le cose andavano meglio
giù una tegola tra capo e collo
Quando ti ho vidi la prima volta
eri un angelo
quando ti vidi la prima volta
e lessi le tue poesie
vidi la tua dolcezza
vidi la tua anima
e capii che guardare te era come guardarsi in uno specchio
vedevo me in te
eri uguale a me
e ora la mia solitudine mi è ripiombata addosso
Tu devi riprendere la tua strada
non posso stare vicino a te io ti faccio soffrire
devo sparire dalla tua vita
Ti amo troppo per continuare a farti del male
con le mie preoccupazioni
con il mio possessivismo
devo lasciarti libera
lasciarti libera di vivere la tua vita
di fare nuove amicizie
di conoscere altre persone
io non posso essere la tua vita
io non posso essere il tuo futuro
e allora vai
spicca il volo verso la vita
verso il tuo futuro
io non ho futuro
ma tu si

il cavaliere solitario 

Nessun commento:

Posta un commento