Pubblicità

Il Web visto da Antonino

il Web visto da  Antonino

Europa Europa

Il web non e' sesso e perversione, ma amicizia,

amore e unione tra i popoli.

Il Cavaliere Solitario

Facepile

Site-Book votazione

Google+ Followers

Lettori fissi

Una Top Model al giorno sul tuo sito

Se vuoi sapere chi è o vuoi vederne delle altre clicca

Puoi installare questo widget sia sul tuo sito che sul tuo blog:

Acquistalo su Addyon

NOTE SU QUANTO SEGUE

Tutto quanto leggerete è frutto della mia fantasia e, ogni riferimento a fatti è puramente casuale, ci sono cose mischiate nel tempo

i cui avvenimenti mi hanno ispirato a scrivere quanto sotto leggerete. Riporto qui tutto quanto ho scritto nella pagina del Cavaliere Solitario

di Facebook, anche frasi e parole degli amici, dei giornali, che più mi hanno colpito.

Massima

Massima del Cavaliere Solitario:

L'amore che nasce nel virtuale è come una sottile lastra di vetro che si frantuma a contatto della realtà.

Il Cavaliere Solitario

giovedì 18 ottobre 2012

Il perché di tutto questo


Molti mi hanno chiesto come e perché ho scritto tutte queste cose.
Come? Io credo che ognuno di noi sia in grado di scrivere quello che ho scritto io
Basta soffermarsi un attimo a riflettere.
Tutti siamo presi dalla vita frenetica quotidiana
e non ci fermiamo mai un attimo a pensare.
Poi ti succede che passi un anno tremendo, l’anno scorso per essere esatti.
Questa volta il mio matrimonio era compromesso quasi definitivamente.
La crisi non era più recuperabile.
Poi i fatti dell’11 settembre dell’anno scorso mi hanno sconvolto profondamente
Ero completamente solo, anche se in casa con mia moglie
e mia figlia ma solo e forse per questo ho sofferto ancora di più.
Ho conosciuto un’amica per chat e come il naufrago
che si aggrappa al tronco in mezzo al mare, così ho fatto con lei.
Credevo di aver trovato la mia donna ideale, la donna della mia vita.
E forse lo era, ma lo era anche mia moglie che mi sopporta da circa 30 anni,
12 di fidanzamento e 19 di matrimonio.
A volte si vive una vita in due, ma si cammina
come su due marciapiedi opposti pur percorrendo la stessa strada.
A questo punto, non potendo più fingere,
ho fatto parte mia moglie del mio segreto.
Era la svolta finale, o ci rimettevamo insieme o ci lasciavamo.
Lei contrariamente al previsto è stata comprensiva
e non ha permesso che io la lasciassi e me ne andassi.
Di questo devo esserle grata, ha fatto bene.
A volte si cerca lontano la felicità e la donna ideale e
invece poi ti accorgi che era più vicina di quanto pensavi.
Perché? Perché spero che qualcuno di voi leggendo queste parole
possa riflettere
e perché no accorgersi che magari sta passando la stessa esperienza per poi,
perché no, trarne qualche vantaggio.
Siamo nel 2003, sono passati due anni da tutto questo e ho promesso a me
stesso che le uniche donne della mia vita saranno mia moglie e mia figlia.

il cavaliere solitario

Nessun commento:

Posta un commento