Pubblicità

Il Web visto da Antonino

il Web visto da  Antonino

Europa Europa

Il web non e' sesso e perversione, ma amicizia,

amore e unione tra i popoli.

Il Cavaliere Solitario

Facepile

Site-Book votazione

Google+ Followers

Lettori fissi

Una Top Model al giorno sul tuo sito

Se vuoi sapere chi è o vuoi vederne delle altre clicca

Puoi installare questo widget sia sul tuo sito che sul tuo blog:

Acquistalo su Addyon

NOTE SU QUANTO SEGUE

Tutto quanto leggerete è frutto della mia fantasia e, ogni riferimento a fatti è puramente casuale, ci sono cose mischiate nel tempo

i cui avvenimenti mi hanno ispirato a scrivere quanto sotto leggerete. Riporto qui tutto quanto ho scritto nella pagina del Cavaliere Solitario

di Facebook, anche frasi e parole degli amici, dei giornali, che più mi hanno colpito.

Massima

Massima del Cavaliere Solitario:

L'amore che nasce nel virtuale è come una sottile lastra di vetro che si frantuma a contatto della realtà.

Il Cavaliere Solitario

giovedì 18 ottobre 2012

La guerra


Uno dei tanti quesiti dell’umanità è:
perché un popolo manda al potere un pazzo e poi lui porta alla guerra lo stesso popolo che gli ha dato il potere?
Perché la terra è governata da tanti pazzi che portano i popoli che governano alla guerra?
Nonostante tutto i popoli li seguono nei loro disegni di conquista e di potere in nome di un ideale.
La guerra con il passare dei secoli è diventata un industria in cui i popoli in pace vendono le armi
a questi pazzi che dichiarano guerra al mondo.
Essi, se non avessero armi non potrebbero farlo.
E intanto ci sono popoli che continuano a morire di fame e di stenti.
E intanto l’ambiente che ci circonda continua a degradarsi.
E intanto non facciamo niente  per fermare questa spirale di violenza e di distruzione.
Noi predichiamo in prosa e musica la pace, ma che facciamo oltre a predicarla?
E in fin dei conti cosa possiamo fare?
Sentivo stamattina un brano dei Nomadi che diceva sassi contro le bombe, grida contro il rumore dei cannoni.
Questo è la guerra, nessuna pietà per il popolo indifeso.
E alla fine, a che serve tutto questo?
Io non credo che tutto questo sia colpa del progresso perché da quando è nato il mondo la guerra c’è sempre stata.
L’uomo la guerra ce l’ha dentro di se:
guerra contro i propri simili che cercano di togliere loro un pezzetto di potere
guerra contro tutto ciò che non si conosce
guerra per soddisfare il proprio orgoglio
guerra ad oltranza senza nessuna pietà per i più deboli
guerra contro l’ambiente che ci circonda:
tagliando a più non posso gli alberi che ci danno l’ossigeno per respirare in nome di un palazzo,
di una villa, di un centro commerciale, di una strada, di potere economico;
il famoso dio denaro su cui la maggior parte della gente ha impostato lo scopo della propria vita.
Il mare, fonte di vita che a forza di buttarci petrolio dentro alla fine morirà.
E’ tanto difficile da capire tutto questo?
Nonostante tutto, tutto questo continua,
continuiamo ad adagiarci nel nostro piccolo benessere che abbiamo raggiunto
e chi invece ha tanti soldi , cerca di fare gli altri alle nostre spalle.
E………. la vita continua!!!!!!!!!!!!!!

il cavaliere solitario

Nessun commento:

Posta un commento