Pubblicità

Il Web visto da Antonino

il Web visto da  Antonino

Europa Europa

Il web non e' sesso e perversione, ma amicizia,

amore e unione tra i popoli.

Il Cavaliere Solitario

Facepile

Site-Book votazione

Google+ Followers

Lettori fissi

Una Top Model al giorno sul tuo sito

Se vuoi sapere chi è o vuoi vederne delle altre clicca

Puoi installare questo widget sia sul tuo sito che sul tuo blog:

Acquistalo su Addyon

NOTE SU QUANTO SEGUE

Tutto quanto leggerete è frutto della mia fantasia e, ogni riferimento a fatti è puramente casuale, ci sono cose mischiate nel tempo

i cui avvenimenti mi hanno ispirato a scrivere quanto sotto leggerete. Riporto qui tutto quanto ho scritto nella pagina del Cavaliere Solitario

di Facebook, anche frasi e parole degli amici, dei giornali, che più mi hanno colpito.

Massima

Massima del Cavaliere Solitario:

L'amore che nasce nel virtuale è come una sottile lastra di vetro che si frantuma a contatto della realtà.

Il Cavaliere Solitario

giovedì 18 ottobre 2012

Quando qualcuno se ne va


Non so se vi è mai capitato che nell’ambiente dove state abitualmente
Casa, lavoro, Palestra che qualcuno se ne và.
Dal lavoro perché va in pensione, dalla palestra perché qualcuno abbandona,
da casa perché finisce una storia o un familiare ci lascia.
Quando questo succede è una parte di noi che se ne va.
Noi che lo vogliamo o no trasmettiamo a tutti coloro che ci circondano
Un bagaglio di esperienze, un modo di essere, un modo di vivere.
I nostri figli, che ci contestano, alla fine fanno quello che facciamo noi
Soltanto perché ce lo vedono fare.
A me è capitato di inserirmi in un ufficio tra gente che aveva l’abitudine di bestemmiare
Ora non facendolo io non bestemmiano più, per farvi un esempio banale.
Gente presuntuosa e anche con un po’ di invidia mi ha sempre detto
Che tutti siamo utili e nessuno è indispensabile, ma ho dovuto constatare
Che questo non è vero assolutamente, mi ripeto quando dico che noi
Abbiamo bisogno degli altri per confrontarci e gli altri, a loro volta
Per imparare qualcosa da noi.
Io ritengo che nella mia profonda modestia ci sia sempre qualcosa da imparare
Anche dalla persona più insignificante, perché no anche dai nostri figli,
se sanno fare una cosa bene perché non riconoscerglielo.
Io ho avuto un padre che non ha mai voluto saperne di ricevere qualche consiglio da me.
Ma ora mi rendo conto che è l'educazione che ha ricevuto che non glielo ha permesso.

il cavaliere solitario

Nessun commento:

Posta un commento