Natale

 

Pubblicità

Il Web visto da Antonino

il Web visto da  Antonino

Europa Europa

Il web non e' sesso e perversione, ma amicizia,

amore e unione tra i popoli.

Il Cavaliere Solitario

Facepile

Site-Book votazione

Google+ Followers

Una Top Model al giorno sul tuo sito

Se vuoi sapere chi è o vuoi vederne delle altre clicca

Puoi installare questo widget sia sul tuo sito che sul tuo blog:

NOTE SU QUANTO SEGUE

Tutto quanto leggerete è frutto della mia fantasia e, ogni riferimento a fatti è puramente casuale, ci sono cose mischiate nel tempo

i cui avvenimenti mi hanno ispirato a scrivere quanto sotto leggerete. Riporto qui tutto quanto ho scritto nella pagina del Cavaliere Solitario

di Facebook, anche frasi e parole degli amici, dei giornali, che più mi hanno colpito.

Massima

Massima del Cavaliere Solitario:

L'amore che nasce nel virtuale è come una sottile lastra di vetro che si frantuma a contatto della realtà.

Il Cavaliere Solitario

martedì 12 febbraio 2013

Il Papa se ne va


Il Papa annuncia le sue dimissioni, e un fulmine saetta sulla cupola
di San Pietro.
Non accadeva dal 1294 che un Papa abbandonasse il soglio pontificio.
La gente dice che il Papa è il pastore dei fedeli ed è come se abbandonasse
il suo gregge.
Chi siamo noi per poter giudicare il gesto di Benedetto XVI.
I disegni di Dio sono imperscrutabili e pertanto, che ne sappiamo noi
se Dio in persona gli abbia suggerito questa decisione.
Viviamo tempi difficili, la Chiesa vive tempi difficili, i media, gli scandali,
le cose che sono sempre esistite ora vengono amplificate dai media
e fanno eco in tutto il mondo.
Il Papa è un rappresentante della Chiesa di Cristo ma è sempre un uomo
con le sue debolezze, la sua vecchiaia, i suoi modi di vedere le cose e di gestirle.
Quanti film abbiamo visto in cui si vede la vita di qualcuno che poi è stato santificato
come Padre Pio, Giovanni XXIII, Giovanni Paolo II, che sono stati, in vita martirizzati
dalla chiesa e dagli stessi Cardinali che temevano di perdere il loro potere,
che volevano imporre al Papa, il modo di gestire il suo pontificato.
Benedetto XVI è stato vicino a Giovanni Paolo II fino alla sua morte
e ha visto la sofferenza di quel Papa che ha voluto ottemperare ai suoi doveri
fino alla morte.
Ma chi ci dice che, a un certo punto, Giovanni Paolo II, a causa della sua malattia
e della vecchiaia, non sia stato, a un certo punto, spero verso la fine, manovrato
dai Cardinali che gli stavano vicino.
Non vedo perché un Papa dovrebbe essere diverso dai nostri vecchi che ci
circondano, è un uomo anche lui, e tutti sappiamo che quando si invecchia
non si è più capaci di intendere  e di volere come quando si è giovani.
Ecco forse questo Benedetto XVI se l’è voluto evitare, vogliamo biasimarlo
per questo?
Forse non verrà santificato, ma di certo, sarà ricordato come un Papa che ha
preso coscienza di se stesso e dei suoi limiti, come Celestino V.

Il Cavaliere Solitario